Casalgrande Padana pubblica il numero 49 di Percorsi In Ceramica

Questo numero di “Percorsi” affronta un tema progettuale denso di storia, quello della chiesa come spazio liturgico e della fede. Una selezione di progetti contemporanei in Italia e all’estero e un capolavoro del modernismo, La Chiesa di Nostra Signora della Misericordia a Baranzate di Bollate nell’hinterland di Milano, progettata da Angelo Mangiarotti, Bruno Morassutti e Aldo Favini tra il 1956 e il 1958, oggetto di un attento restauro per riscrittura, ad opera dello studio SBG architetti. 

La lettura di questi progetti, a cavallo tra modernità e nostro presente, ha permesso di verificare come i materiali di Casalgrande Padana siano stati scelti per le loro qualità materiche e tecniche, per le prestazioni di garanzia di durata nel tempo e per la facilità di manutenzione in luoghi collettivi. 

 

Intervento del Vescovo Nunzio Galantino al XIV Convegno Liturgico Internazionale del giugno 2016

I progetti rispecchiano nel loro confronto e nei loro diversi linguaggi quelle indicazioni che il Vescovo Nunzio Galantino, Segretario Generale CEI, affermava nel XIV Convegno Liturgico Internazionale del giugno 2016, nel suo intervento “Costruttori di Chiesa”. A proposito di come un esterno di un edificio ecclesiale sappia esprimere la realtà della Chiesa si affermava che una chiesa di nuova edificazione esprimerà realmente qualcosa di fondamentale della comunità cristiana, nella misura in cui renderà evidente che costituisce l’accesso ad uno spazio altro; e permette l’ingresso in un tempo che interrompe il normale scorrere del tempo. 

Chiesa di Nostra Signora della Misericordia
Chiesa di Nostra Signora della Misericordia

[…] Un edificio ecclesiale dovrebbe, pertanto, mostrarsi sin dall’esterno come casa che serve a dimorare in uno spazio “altro” e ad abitare un tempo “altro” rispetto allo spazio e al tempo che segnano la vita del mondo.” Accanto a questa dimensione fortemente simbolica oltre che religiosa si aggiunge il fatto che “un edificio ecclesiale se deve essere in qualche modo distinto dal resto delle costruzioni, non dovrà dare la sensazione di risultare estraniato dalla città nella quale è inserito: perché è su quelle medesime strade che i cristiani, usciti dalla chiesa torneranno a camminare e a vivere”. 

Thonas Bamberg, Grosse Heer Strasse

Tra le ultime novità delle collezioni offerte da Casalgrande Padana al mondo del progetto di architettura, chiude il numero della rivista la collezione Marmora, che sviluppa nuovi motivi e cromatismi lapidei tradotti in lastre di gres porcellanato per aggiungersi alla ricca offerta dei ‘marmi’ e delle ‘pietre’ di Casalgrande Padana.

Infine il 31 dicembre 2024 è il termine ultimo per potersi iscrivere a Grand Prix, concorso internazionale di Architettura, nato per stimolare nuovi percorsi di ricerca e sperimentazione sull’impiego di materiali Casalgrande Padana.

------------------------------------------------------------------

PER SCARICARE LE IMMAGINI IN ALTA RISOLUZIONE

OCCORRE ESSERE  Registrati O AVERE EFFETTUATO IL  Login

------------------------------------------------------------------

SCORRI SU